Lavorare il Fimo risparmiando

aprile 12, 2014

Chi lo ha detto che risparmiare e riciclare materiali significa rinunciare alla qualità? 

Non so voi, ma non tutti possediamo tutti gli attrezzi necessari e professionali per il Fimo o per le altre paste polimeriche. Certo, ci sono accessori e materiali insostituibili, ma per altri ci si può arrangiare con quello che si ha riciclando cose che abbiamo a disposizione.

Ecco qualche consiglio su cosa possiamo riciclare per lavorare questo materiale:

FIMO O ALTRE PASTE POLIMERICHE

se lavorate il fimo, questo deve essere il vostro punto di partenza. Esistono tante altre paste più economiche e anche facili da fare a casa, ma attenzione! Il fimo è insostituibile. E' come un materiale plastico, resistente nel tempo e agli agenti esterni. Tutte le altre tipologie di paste (pasta di mais, pasta di sale, das ecc) oltre ad avere una base diversa in termini di componenti chimiche e qualità, sono fantastiche per altre cose. Se volete una creazione duratura, resistente all'acqua e dai colori sempre brillanti, questo materiale fa al caso vostro.

Per risparmiare sul fimo dovete cercare siti o negozi che fanno prezzi ottimi e offerte. Acquistate panetti di marca (Fimo, Cernit, Premo ecc)! Non acquistate paste senza etichette e garanzie. Online e anche in qualche supermercato è possibile acquistare paste straniere; costano poco, ma non rischiate perché non sempre sono la stessa cosa!

FIMO COLORATO

Adoro andare nei negozi di bricolage e vedere i panetti di fimo in scala cromatica. Poi guardo il costo...faccio un calcolo...e mi dico "Come faccio ad avere tutti questi colori e tipi di paste risparmiando?". Si può fare! LEGGI QUESTA GUIDA e scopri come realizzare tutte le sfumature di colore

IL LUCIDO

La lucidatura è parte integrante del processo di lavoro della creazione quindi bisogna fare molta attenzione e non rischiare di rovinare l'opera proprio all'ultimo passaggio. Su questo non guardate al risparmio: usate solo vernici lucidanti adatte per paste polimeriche. LEGGI QUESTA GUIDA per trovare il metodo di lucidatura adatto a te e l'elenco di cosa invece non usare!

STRUMENTI DI LAVORO
Avere tutti gli attrezzi (a meno che abbiate un sacco di soldi) è difficile (QUI PUOI LEGGERE L'ELENCO COMPLETO). Scopriamo se è possibile trovare qualche attrezzo tra le cianfrusaglie casalinghe o se si possono acquistare a poco in qualche negozietto:
  • -Il cutter è fondamentale, no all'uso di coltelli o forbici, acquistatelo al mercato o nei negozi di cineserie.
  • -Formine per biscotti: sono utili per dare forme definite per esempio ai ciondoli e per risparmiare le trovate nei mercati. Ho visto dei tutorial su formine fai da te, ma mi hanno convinta poco. Si possono acquistare anche a poco nei negozi tutto a un euro, oppure riciclare qualche formina vecchia che avete in casa
  • -Il rullo per stendere la pasta può essere abilmente sostituito da un pennarello grosso o un tubo in plastica. L'importante è che il materiale sia "plastico" e quindi facilmente pulibile 
  • -stampini: è possibile acquistare la gomma siliconica "ruba forma" così da poter realizzare in autonomia i vostri stampini oppure se non volete acquistarla potete fare stampi mescolando borotalco e silicone. Ecco il tutorial su come farli
  • stuzzicadenti: ottimi per rifinire dei dettagli e aiutarvi nella lavorazione. Attenzione a sostituirli spesso perché, essendo il legno poroso, tende ad assorbire i colori della pasta e quindi sporcarla
PIGMENTI
I pigmenti servono per dare alle creazioni l'effetto metalizzato e perlato. I pigmenti non sono essenziali, possono essere sostituiti con degli ombretti per occhi. Tuttavia i pigmenti, essendo composti da colore puro, con il tempo non perdono colore e rimangono sempre belli brillanti soprattutto se verniciati. Viceversa, l'ombretto sulla creazione ha una durata inferiore proprio perché non adatto a durare molto a lungo nel tempo. Per fare qualche esperimento per vedere se vi piace la tecnica, l'ombretto va più che bene!

METODI DI COTTURA: come già ampiamente approfondito nell'articolo sulla cottura delle paste polimeriche risparmiare sui metodi di cottura non ha senso. La cottura del fimo avviene solo nel forno o nel fornetto elettrico. Non ricercate altre modalità di cottura (bagnomaria o microonde) perché le vostre creazioni si rovineranno e non cuoceranno adeguatamente. Per ulteriori approfondimenti vi rimando a questo articolo


Lavorare il fimo e le altre paste polimeriche non è un hobby molto economico, ma non è neanche un hobby costosissimo. Su alcuni aspetti è possibile risparmiare, su altri invece non ne vale proprio la pena e si perde solo tempo e soldi.

Per sapere subito quali sono i prodotti da acquistare immediatamente per lavorare il fimo (una sorta di starter kit) PUOI LEGGERE QUI
Powered by Blogger.